NAVIGA PER REGIONE

Sai già dove andare?

Scopri le regioni e i luoghi di interesse

NAVIGA PER DESTINAZIONE

Le migliori destinazioni

Lasciati ispirare dalle destinazioni più belle d’Italia

NAVIGA PER DESTINAZIONE

Le migliori destinazioni

Lasciati ispirare dalle destinazioni più belle d’Italia

NAVIGA PER PUNTI DI INTERESSE

Esplora il territorio

Scopri le attrazioni più interessanti di ogni destinazione

  • Musei

Museo Palazzo della Loggia

Veneto

Il Palazzo della Loggia di Noale, imponente edificio in stile gotico veneto, occupa una posizione di rilievo nel cuore del centro cittadino. La sua storia affonda le radici nel 1389, quando fu eretto a fianco della Torre dell’Orologio, nei pressi del suggestivo corso del fiume Marzenego. In quel periodo, Noale era sotto il dominio della famiglia Tempesta, e il palazzo fungeva da sede amministrativa per la giustizia.

Nel corso dei secoli, il Palazzo della Loggia ha continuato a svolgere questo ruolo cruciale durante il governo della Repubblica di Venezia. Qui, un tribunale presieduto da un governatore nominato dalla Serenissima gestiva le questioni giuridiche della comunità.

A partire dal 1460, a causa delle esigenze crescenti, accanto al palazzo originario venne eretto un edificio di dimensioni maggiori, noto come logia nova. La struttura medievale, soggetta a diversi rimaneggiamenti nel corso del tempo, fu definitivamente demolita nel 1848 per fare spazio all’edificio attuale, che ancora oggi si erge con maestosità. Nel corso del XX secolo, il Palazzo ha ospitato la sede del municipio di Noale, mantenendo la sua importanza storica.

Oggi, il Palazzo della Loggia continua a svolgere un ruolo centrale nella vita della comunità, ospitando la sede del consiglio comunale e la pinacoteca Egisto Lancerotto. L’ultimo piano è destinato all’Associazione Pro Loco di Noale, contribuendo così a mantenere viva la tradizione e la cultura della città attraverso iniziative e eventi culturali

Scopri di più arrow-right
  • Castelli e ville

Rocca dei Tempesta

Noale, Veneto

La Rocca dei Tempesta, nota anche come Palacium castri o castrum, è una dimora signorile fortificata situata nel cuore del centro medievale di Noale. La sua costruzione è presunta risalire al XII secolo, e il complesso ha recentemente beneficiato di un intervento di restauro conservativo.

La Rocca, che si erge maestosa a cavallo della direttrice Camposampiero-Mestre, presenta una forma di quadrilatero irregolare. Originariamente concepita per scopi militari, la struttura fu utilizzata in tale contesto fino al 1763. Successivamente, caduta in disuso e in stato di decadenza, nel 1819 fu trasformata in Camposanto e rimase tale fino al 1983.

Il complesso ospita al suo interno una chiesa e abitazioni decorate con affreschi, testimonianza dell’antica e nobile storia della Rocca. La cinta muraria originale, sebbene demolita nel XVI secolo, conserva ancora le tracce della sua imponenza passata. Due grandi porte d’ingresso al castello, impreziosite da merlature ghibelline, accolgono i visitatori. Ad arricchire ulteriormente il panorama, due torri possenti emergono all’interno del complesso: la Torre dell’Orologio e la Torre delle Campane.

Scopri di più arrow-right
  • Riserve

Oasi WWF Cave di Noale

Noale, Veneto

L’Oasi WWF Cave di Noale, situata nel territorio del comune di Noale, in provincia di Venezia, è una meta prediletta soprattutto dai fotografi naturalisti della regione, grazie alla ricca biodiversità di specie animali e vegetali che la caratterizzano. Con una superficie di circa 20 ettari, fa parte di un’area SIC e ZPS di 40 ettari, gestita con cura dal Comitato Oasi WWF Cave di Noale.

L’origine dell’oasi risale al secondo dopoguerra, quando l’area fu utilizzata per l’estrazione dell’argilla a beneficio della vicina fornace Cavasin. Negli anni ’70, a seguito dell’abbandono delle attività di scavo, le cave si trasformarono in stagni, alimentati dalle acque piovane, di falda e dal Rio Draganziolo. Questo processo di trasformazione ha favorito la colonizzazione di specie vegetali pioniere e la creazione di una ricca vegetazione palustre ed arboreo-arbustiva, dando vita a una zona umida di notevole pregio naturalistico.

Dal punto di vista della flora, l’area è caratterizzata da una fitta boscaglia igrofila attorno agli stagni, con specie arboree come ontano nero, salice grigio, salice bianco, pioppo bianco e pioppo nero. Gli stagni ospitano piante come tifa, cannuccia di palude e giaggiolo. Il canneto, formato principalmente da cannuccia di palude, rappresenta uno degli elementi distintivi dell’oasi, offrendo rifugio a diverse specie animali, in particolare uccelli.

L’avifauna dell’oasi include specie come il martin pescatore, aironi rossi, tarabusini, codibugnoli, cinciallegre, lucherini, picchi (rosso maggiore e verde), rapaci come il falco di palude e il gheppio. L’area è anche abitata da molte specie di insetti, tra cui diverse farfalle e libellule.

Scopri di più arrow-right
  • Musei

Casa Museo Ángiul Sai

San Pietro Di Cadore, Veneto

Il Museo Etnografico “”Angiul Sai”” è una preziosa testimonianza del patrimonio architettonico e culturale di Costalta, l’unico paese nel Comelico che conserva ancora numerose dimore completamente realizzate in legno, rappresentando così un’architettura rurale montana autentica e ricca di storia.

Il museo, istituito con l’obiettivo di valorizzare questo patrimonio unico, accoglie i visitatori in una suggestiva casa-museo. Al centro di questa esperienza, il signor “”Angiul Sai”” diventa protagonista, immortalato nelle sculture di legno realizzate con maestria dall’artista Tita Zasso. Il suo personaggio leggendario diventa la guida ideale per esplorare gli ambienti interni della casa e immergersi nella vita quotidiana delle popolazioni della valle fino alla metà del secolo scorso.

Un viaggio nel tempo e nella memoria conduce i visitatori attraverso diverse stanze, ognuna delle quali rivela dettagli e oggetti che raccontano storie di un passato remoto. La cucina, il corridoio, la stalla, la camera e la cantina sono spazi che offrono uno sguardo autentico sulla vita e sulle tradizioni di questa comunità montana. Elementi architettonici e arredi originali, insieme a utensili e oggetti quotidiani, completano l’esperienza, offrendo una panoramica completa della cultura locale.

Il Museo Etnografico “”Angiul Sai”” non solo preserva la memoria dell’architettura rurale montana, ma costituisce anche un’opportunità educativa per i visitatori interessati a comprendere le radici e le tradizioni di questa affascinante comunità. L’autenticità degli ambienti e la guida virtuale del signor “”Angiul Sai”” rendono la visita un’esperienza immersiva e significativa, contribuendo a preservare e condividere il ricco patrimonio di Costalta con le generazioni future.

 

Scopri di più arrow-right
  • Borghi

Palazzo Poli De Pol

San Pietro Di Cadore, Veneto

Palazzo Poli de Pol, situato nella suggestiva piazza di San Pietro di Cadore, è un’opera architettonica di grande rilevanza costruita tra il 1665 e il 1667, e oggi funge da sede del Municipio. L’attribuzione dell’architettura è spesso associata al maestro veneziano Baldassare Longhena, e l’edificio, sviluppato su tre piani, presenta un’elegante simmetria sia orizzontale che verticale.

La facciata, arricchita da dettagli di grande pregio, rivela una cura particolare nei suoi elementi decorativi. Le cornici marcapiano delineano chiaramente le varie sezioni, mentre la decorazione a bugnato del primo piano aggiunge un tocco di maestosità. Un elemento di particolare interesse è la trifora con archi a tutto sesto al piano terra, ripresa in maniera simmetrica al piano nobile, arricchita da una balaustra con eleganti colonnine in pietra.

Palazzo Poli de Pol, oltre a incarnare l’eleganza dell’architettura veneziana, è anche legato a una ricca storia familiare. Originariamente costruito sul terreno di proprietà di una branca della famiglia de Pol, fu successivamente acquisito dagli stessi, i quali risiedevano in una sontuosa villa cinquecentesca nella vicina borgata di Mare. All’interno del palazzo, sono conservati pregevoli affreschi risalenti al 1682, testimonianza artistica di un’epoca passata.

Scopri di più arrow-right
  • Centri storici

Villa Poli De Pol Sammartini

San Pietro Di Cadore, Veneto

Il complesso di Villa Poli de Pol Sammartini è una sontuosa dimora costituita da un imponente corpo padronale a tre piani, sottotetto e due ali laterali più basse, affiancate da un grande rustico isolato. L’edificio si distingue per la sua notevole eleganza, caratterizzata da un sapiente gioco di elementi decorativi architettonici che conferiscono un’impressione di raffinata maestosità.

L’ala ovest del corpo padronale è un vero capolavoro artistico, con pareti e soffitto rivestiti da pannelli in legno dipinti. Questi pannelli sono adornati con intricate quadrature architettoniche che si aprono su paesaggi montani, creando un’atmosfera suggestiva e unica. Inoltre, i dettagli decorativi includono medaglioni con eleganti testine, elaborati motivi floreali e, agli angoli, affascinanti raffigurazioni delle quattro stagioni.

L’intera villa è avvolta da un’aura di aristocratica bellezza, testimoniata dall’architettura raffinata e dagli elementi decorativi che conferiscono un carattere distintivo a questo luogo.

Scopri di più arrow-right
  • Montagne

Val Visdende

San Pietro Di Cadore, Veneto

La Val Visdende, incastonata nelle splendide Dolomiti dell’alto Veneto, si rivela come un gioiello naturale incontaminato, una fuga idilliaca lontano dal turismo di massa. Questa vallata, permeata da un’atmosfera di quiete e serenità, rappresenta una delle ultime oasi preservate. Grazie alla rete intricata di mulattiere e sentieri che solcano il territorio, la Val Visdende si offre come destinazione perfetta per chi cerca un contatto autentico con l’ambiente montano. Le passeggiate, che si adattano a ogni livello di preparazione, sia in estate che in inverno, offrono panorami mozzafiato e un’esperienza avvolgente tra le vette maestose delle Dolomiti. L’escursionismo in Val Visdende si configura come un percorso alla scoperta della natura intatta. Qui, il Monte Peralba, sovrano della vallata, custodisce le sorgenti del fiume Piave, donando vita a paesaggi di rara bellezza. L’osservazione degli animali al pascolo, in un ambiente che si mantiene fedele alla sua autenticità, regala un senso di pace e tranquillità, trasformando la vacanza in un’esperienza di relax totale. Per gli amanti dell’adrenalina, la Val Visdende offre opportunità di escursioni in mountain bike, attraverso percorsi che si snodano tra boschi secolari e panorami epici. Pedalare tra la natura incontaminata, sentire il profumo degli alberi e godere della brezza fresca delle montagne diventa un’esperienza unica, capace di regalare emozioni intense e indimenticabili.

Scopri di più arrow-right
  • Tour

Escursionismo equestre lungo la strada dei Vini di Soave

Soave, Veneto

Connubio perfetto tra avventura e del buon vino lungo la suggestiva Strada del Vino di Soave. Le escursioni a cavallo si configurano come un’opportunità emozionante per esplorare i tesori nascosti di questo territorio, unendo il fascino della natura all’arte della degustazione dei rinomati vini locali. Un vero attrattore turistico dove vengono esaltate le bellezze paesaggistiche e le eccellenze enogastronomiche. I percorsi sono studiati per offrire non solo un’esperienza visiva indimenticabile ma anche il piacere di immergersi nella natura incontaminata e di apprezzare il lavoro accurato che caratterizza la produzione vinicola della zona. Il tocco distintivo di questa esperienza è rappresentato dalle degustazioni immersive nelle rinomate cantine della zona. Cavalca tra i filari di vite, lasciati cullare dalla brezza e raggiungi cantine selezionate, dove esperti vignaioli ti guideranno attraverso un percorso sensoriale, raccontando la storia dietro ogni sorso. I vini Soave, famosi per la loro complessità e eleganza, saranno protagonisti indiscussi di questa esperienza.

Scopri di più arrow-right
  • Arti, Saperi e Sapori

Vini Doc di Soave

Soave, Veneto

La zona del Soave, abbracciata dal versante est dei Monti Lessini, è rinomata per essere la culla dei vini bianchi più pregiati della regione veneta. Con la denominazione DOC assegnata nel 1968, il Soave rappresenta una tradizione enologica che si è evoluta nel tempo, mantenendo l’eccellenza e la rilevanza nell’ambito vinicolo italiano.
Il cuore del Soave è composto principalmente dall’uva Garganega, che costituisce il 70% della produzione, arricchita dal Trebbiano di Soave o Chardonnay per il restante 30%. Questa combinazione di varietà conferisce ai vini una complessità aromatica e una struttura che li rendono distintivi e apprezzati dagli intenditori. La zona più antica e prestigiosa, denominata “”Classico””, si estende sulle colline di Soave e Monteforte d’Alpone, caratterizzate da suoli vulcanici. Qui, le vigne si sviluppano in un ambiente unico che conferisce al Soave Classico una personalità distintiva. La particolare mineralità derivante da questi terreni arricchisce il profilo aromatico del vino, rendendolo un’autentica espressione del territorio. La sottoregione dei Colli Scaligeri, parte integrante della denominazione, si estende su un’area collinare che contribuisce alla diversificazione dei profumi e dei sapori del Soave. Qui, la collaborazione tra la natura e la maestria degli enologi dà vita a vini di grande eleganza e complessità. Il Soave Superiore, insignito della qualifica DOCG nel 2001, rappresenta l’apice della qualità nella gamma del Soave. Con una resa per ettaro più bassa rispetto alla versione base, questo vino evidenzia l’impegno per ottenere una qualità superiore. La tipologia Riserva, con almeno 2 anni di affinamento, testimonia la dedizione alla perfezione enologica. Per chi apprezza la dolcezza e la complessità, il Recioto di Soave è un’autentica delizia. Questo vino passito bianco, disponibile in versione secca o spumante, è caratterizzato da un’elevata concentrazione di zuccheri. La denominazione DOCG sottolinea l’eccellenza di questa tipologia, completando il quadro della ricchezza enologica della zona.

Scopri di più arrow-right
  • Castelli e ville

Castello Scaligero di Soave

Soave, Veneto

Il Castello Scaligero di Soave si erge con imponenza al centro del borgo, offrendo ai visitatori un affascinante viaggio nel cuore dell’architettura militare medievale. Questo magnifico maniero è un esempio rappresentativo della grandiosità e dell’ingegneria dell’epoca scaligera, divenendo una tappa imperdibile per chi desidera immergersi nella storia di Soave. Costruito nel XIV secolo, il Castello Scaligero è un esempio impeccabile di architettura militare medievale. Le sue possenti mura, i camminamenti e il maestoso mastio sono testimonianze tangibili della maestria degli ingegneri che lo concepirono. Le torri coronate da merli guelfi si stagliano nel cielo, creando un’atmosfera epica che trasporta i visitatori indietro nel tempo. Le guide turistiche di Soave arricchiscono la visita del castello con racconti avvincenti delle sue vicende storiche, arricchiti da aneddoti e leggende tramandate nel corso dei secoli. Le visite guidate sono adatte a scolaresche, piccoli gruppi privati e grandi organizzazioni. L’itinerario offre un’opportunità unica per gli studenti delle scuole medie di approfondire il programma di storia medievale, comprendendo il ruolo dei castelli nel controllo feudale del territorio e nell’evoluzione delle signorie. La visita al Castello Scaligero può estendersi al suggestivo borgo fortificato di Soave, aggiungendo ulteriori sfumature storiche all’esperienza. Per gli adulti, l’itinerario può concludersi con una degustazione di vini locali nelle cantine circostanti, regalando un assaggio dei rinomati vini Soave e arricchendo la visita con le delizie enogastronomiche della regione. La visita al Castello Scaligero ha una durata di circa 2 ore, durante le quali i visitatori avranno l’opportunità di esplorare i cortili esterni, addentrarsi negli interni del maniero e salire fino al maestoso Mastio. Il percorso è adattabile a diverse esigenze, garantendo un’esperienza completa e coinvolgente per tutti i tipi di visitatori.

Scopri di più arrow-right
  • Borghi

Borgo di Soave

Soave, Veneto

Immerso tra le colline dei Monti Lessini e la valle dell’Adige, il borgo di Soave si presenta come una gemma medievale, testimone di una storia millenaria. Caratterizzato dalla maestosa presenza del castello che si erge su un colle, Soave incanta con la sua atmosfera intrisa di tradizione e bellezza. L’eremo domina il borgo, offrendo una vista panoramica abbraccia le sue mura perfettamente conservate e il centro storico sottostante. Risalente a epoche lontane, questa iconica costruzione è una testimonianza vivente dei secoli trascorsi. Visitare il castello significa andare alla scoperta di una lunga storia fatta di nobili, guerre e epoche che si susseguono. Le sue mura raccontano di passaggi di sovrani e di momenti cruciali della storia locale. Le mura del castello scendono ad abbracciare il centro storico del borgo, creando un’atmosfera suggestiva. Gli stretti vicoli, le piazze accoglienti e le facciate delle case di epoche passate si mescolano in un affascinante labirinto che invita a perdersi e scoprire ogni angolo del borgo. Ogni stradina è un racconto, ogni piazza una testimonianza della vita che ha animato Soave attraverso i secoli. Soave è rinomato per la sua produzione vinicola, un’eccellenza che si è consolidata nel corso dei secoli. La tradizione enologica di questo borgo è celebrata da quattro prestigiosi riconoscimenti DOC, confermando la qualità dei suoi vini. Il Soave rappresenta addirittura il 40% della produzione DOC della provincia veronese, affermandosi come uno dei tesori enogastronomici più significativi dell’Italia. I vigneti che circondano Soave sono un dipinto di verde che contribuisce alla bellezza paesaggistica del luogo. Le eccellenze enogastronomiche di Soave hanno fatto del borgo una destinazione di rilievo per gli amanti del buon cibo e del buon vino. La cucina locale, arricchita dai sapori intensi dei prodotti del territorio, offre un’esperienza culinaria autentica. Soave si rivela così non solo come un viaggio nel passato, ma anche come una scoperta dei sapori unici di questa terra.

Scopri di più arrow-right
  • Borghi

Borgo antico di Portobuffolè

Portobuffolè, Veneto

Portobuffolè, il pittoresco borgo che si erge nella provincia di Treviso, è un tesoro di autenticità e storia. Con i suoi 751 abitanti su una superficie di appena 5,08 chilometri quadrati, è il più piccolo comune della provincia, ma la sua grandezza risiede nella preservazione delle sue peculiarità e nella sua elegante semplicità. Il borgo ha meritato importanti riconoscimenti, tra cui l’inclusione nel Club “”I Borghi più belli d’Italia””, che ne sottolinea la bellezza e l’autenticità. La Bandiera Arancione sventola con orgoglio, attestando la qualità dell’offerta turistica e l’accoglienza riservata ai visitatori. Le vie di Portobuffolè sono un viaggio affascinante nel tempo, una passeggiata tra edifici intrisi di storia. Via Businello, dominata dalla duecentesca casa di Gaia da Camino, conduce a Piazza Vittorio Emanuele II. Qui si dispiegano edifici pubblici d’età veneta che narrano la storia del borgo: la Dogana (XIV secolo), il Monte di Pietà (fine del ‘400), la Loggia comunale (XVI secolo) e il Duomo (fine del XV secolo), ricavato da una sinagoga dopo l’espulsione della comunità ebraica. La piazza è il cuore pulsante di Portobuffolè, un luogo dove il passato si fonde con il presente. La Dogana, antica e maestosa, si erge come sentinella del tempo, mentre il Monte di Pietà e la Loggia comunale raccontano storie di commercio e convivialità. Il Duomo, con la sua imponenza, celebra l’arte e la devozione di epoche passate.
Attraverso Porta Friuli, risalente al 1513, si apre un viale alberato che conduce al suggestivo borgo dei Barcaroli. Questo luogo fu destinato alla quarantena di merci e viandanti, e ancora oggi conserva i resti del quattrocentesco ospedale dei Battuti. Un luogo che racchiude le storie di commercio e di incontri di un tempo lontano.
La storia di Portobuffolè rivive ogni due anni con la “”Portobuffolè, XIII secolo””, una rievocazione storica medievale che trasforma le strade del borgo in un affascinante scenario d’epoca. Le tavolate di piatti dell’epoca, figuranti e sbandieratori in costume animano le vie, regalando un’esperienza unica ai visitatori.

 

Scopri di più arrow-right

Dove dormire

Scopri l’eccellenza italiana dell’Ospitalità. I migliori hotel, B&B, agriturismi, campeggi, country house e rifugi selezionati per te e certificati per la qualità dei servizi.

Scopri tutti arrow-right-round

Hotel Langhe Hotel

Alba (CN), Piemonte

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Dal Moro Gallery Hotel Hotel

Assisi (PG), Umbria

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Tenuta Vico Moricino Agriturismo Agriturismo ricettivo Agriturismo ricettivo

Anagni (FR), Lazio

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Hotel La Corte Hotel

Cascia (PG), Umbria

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Grand Hotel Villa Cappugi Hotel

Pistoia (PT), Toscana

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Gira-Sole Bed & Breakfast

Cuneo (CN), Piemonte

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Tenuta Pizzolungo Agriturismo Agriturismo ricettivo Agriturismo ricettivo

Erice (TP), Sicilia

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Relais de Beaumont Agriturismo Agriturismo ricettivo Agriturismo ricettivo

Castelvetere sul Calore (AV), Campania

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Dove mangiare

Scopri l’autentica cucina del territorio e vivi un’esperienza unica nei ristoranti e negli agriturismi di eccellenza certificati Ospitalità Italiana.

Scopri tutti arrow-right-round

Osteria La Salita Ristorante

Monforte d'Alba (CN), Piemonte

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Ristorante Antica Roma Ristorante

Arnara (FR), Lazio

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Locanda In Cannubi Ristorante

Barolo (CN), Piemonte

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Fungo Reale Ristorante

Valloriate (CN), Piemonte

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Ristorante Il Principe Ristorante

Bra (CN), Piemonte

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Ristorante Poggio di Casalucense Ristorante

Sant'Elia Fiumerapido (FR), Lazio

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Ristorante La Pineta Ristorante

Roccabruna (CN), Piemonte

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Agriturismo L’Arco Agriturismo Agriturismo ristorativo Agriturismo ristorativo

Guarcino (FR), Lazio

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Fare esperienze

Vivi esperienze uniche e autentiche nelle produzioni aperte certificate Ospitalità Italiana

Scopri tutti arrow-right-round

Cantine di Marzo Azienda vitivinicola

Tufo (AV), Campania

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Colli di Castelfranci Azienda vitivinicola

Castelfranci (AV), Campania

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Aminea Winery Azienda vitivinicola

Castelvetere Sul Calore (AV), Campania

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Azienda Agricola Fiorentino Azienda vitivinicola

Paternopoli (AV), Campania

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Villa Raiano Azienda vitivinicola

San Michele di Serino (AV), Campania

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Serrocroce Birrificio Agricolo Birrificio

Monteverde (AV), Campania

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

D’Arienzo Confezioni in pelle

Solofra (AV), Campania

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Caciocavalleria D&D Caseificio

Calitri (AV), Campania

Le Corone della Qualità

La performance della struttura è contrassegnata graficamente da una, due o tre corone, a seconda del punteggio percentuale, ottenuto durante la visita di valutazione, basato sui seguenti criteri:

Qualità del servizio, Promozione del Territorio, Identità e Notorietà.

Eccellenza, sviluppo e crescita

Le nostre destinazioni

Ospitalità Italiana ha deciso di creare un “luogo” virtuale accessibile a chiunque voglia viaggiare in Italia in modo più consapevole, guidando il viaggiatore nelle sue scelte, da quella della destinazione, alle attrazioni su cui concentrarsi e agli indirizzi giusti per l’ospitalità.

In linea con la nuova tendenza dell’onnipresenza del giudizio di apprezzamento dell’utente finale, ogni informazione legata alle destinazioni e ai servizi è accompagnata da un’Analisi del sentiment che permette, in modo chiaro e conciso, di scoprire come i turisti percepiscono la destinazione , il livello di soddisfazione per la qualità dei servizi, l’esperienza vissuta e la percezione generale dei luoghi visitati. Attraverso i commenti pubblicati, i turisti valutano la destinazione e le attività che ne costituiscono l’identità, esprimono soddisfazione per il territorio e i suoi servizi, per l’alloggio e l’offerta enogastronomica, per le attrazioni ed i luoghi della cultura e ne evidenziano i punti di forza ed il livello dell’ospitalità. L’analisi del sentiment rende quindi possibile identificare le caratteristiche complessive attribuite alla destinazione, ciò che ha maggiormente stimolato il loro interesse e determinato il loro livello finale di approvazione.

Le Corone della Qualità

Ospitalità Italiana è una certificazione promossa da Unioncamere e Camere di Commercio per selezionare, valutare e promuovere le strutture ristorative e ricettive che garantiscono il rispetto di elevati standard di reale qualità.

Le nostre destinazioni

Ospitalità Italiana ha deciso di creare un “luogo” virtuale accessibile a chiunque voglia viaggiare in Italia in modo più consapevole, guidando il viaggiatore nelle sue scelte, da quella della destinazione, alle attrazioni su cui concentrarsi e agli indirizzi giusti per l’ospitalità.

In linea con la nuova tendenza dell’onnipresenza del giudizio di apprezzamento dell’utente finale, ogni informazione legata alle destinazioni e ai servizi è accompagnata da un’Analisi del sentiment che permette, in modo chiaro e conciso, di scoprire come i turisti percepiscono la destinazione , il livello di soddisfazione per la qualità dei servizi, l’esperienza vissuta e la percezione generale dei luoghi visitati. Attraverso i commenti pubblicati, i turisti valutano la destinazione e le attività che ne costituiscono l’identità, esprimono soddisfazione per il territorio e i suoi servizi, per l’alloggio e l’offerta enogastronomica, per le attrazioni ed i luoghi della cultura e ne evidenziano i punti di forza ed il livello dell’ospitalità. L’analisi del sentiment rende quindi possibile identificare le caratteristiche complessive attribuite alla destinazione, ciò che ha maggiormente stimolato il loro interesse e determinato il loro livello finale di approvazione.

Le Corone della Qualità

Ospitalità Italiana è una certificazione promossa da Unioncamere e Camere di Commercio per selezionare, valutare e promuovere le strutture ristorative e ricettive che garantiscono il rispetto di elevati standard di reale qualità.

SOCIAL

La Guida 4.0 in Evidenza

Accoglienza

Enogastronomia

Natura

Spiritualità

Cultura

Skip to content